Brunch a Milano: 5 nuovi indirizzi da non perdere

DI ELENA BARA14 NOVEMBRE 2017

I nuovi top spot milanesi dove provare il rito del brunch e una capsule collection by Acne Studios perfetta per l’occasione

È il rito domenicale che piace a tutti. Si chiama brunch, arriva dagli States e sono anni, ormai, che ha conquistato tutta l’Italia. A Milano, in particolare, la tendenza si è fatta grande, al punto da diventare una vera e propria ossessione per i foodies di tutte le età. E infatti. Ci sono brunch e brunch, pensati non solo per le occasioni più diverse – è un date romantico, un meeting con le amiche o un incontro tra mamma e zie? -, ma anche per i gusti e le personalità di ognuno – ti senti più clubber, milanese tradizionalista o sugar addicted? Pensateci bene. In ogni caso, qualsiasi sia la scelta finale, non sottovalutate l’importanza di sfoggiare il look adatto. Tant’è, Acne Studios ha realizzato una capsule collection dedicata ai diner americani, quei tipici ristoranti dall’allure Fifties che hanno fatto scuola nell’immaginario di intere generazioni. Non avete ancora l’outfit giusto da abbinare ai pancake? Eccovi accontentati.

  • Apollo Club Milano Dove: via Giosuè Borsi 9/2 Quando: domenica, dalle 11.00 alle 16.00 Perché: l’atmosfera è internazionale, in pieno stile Soho House. La proposta comprende i classici da colazione, come croissant e pane tostato con la marmellata, insieme alle prelibatezze tipiche del brunch, come le uova, i pancake e i french toast. Dopo aver riempito la pancia, godetevi un pomeriggio tra musica, cinema, flipper e ping-pong. Anche con i pargoli.
  • Bulk Mixology Food Bar Dove: via Aristotile Fioravanti 6 Quando: domenica, dalle 11.00 alle 16.00 Perché: lo chef Giancarlo Morelli ha realizzato un menù alla carta dedicato ai veri cultori del brunch all’americana, in perfetto equilibrio tra dolce e salato e con massima attenzione alla stagionalità delle materie prime. Imperdibili le eggs benedict, i Bulk French Toast, il club sandwich e la cheesecake, da accompagnare ai light cocktail studiati e rivisitati ad hoc.
  • L’Ile Douce Dove: via Porro Lambertenghi 15 Quando: domenica, dalle 12.00 alle 15.00 Perché: la pasticceria d’ispirazione francese ha aperto da poco in Isola con una proposta dolcissima in grado di soddisfare i palati più esigenti. Al centro dell’offerta spiccano le uova, ma la cucina punta anche su crepes e, naturalmente, un vastissimo assortimento di torte, mignon, macarons, croissant, biscotti e semifreddi. Il tutto firmato dal pastry chef Fabrizio Barbato.
  • Piccolo Peck Dove: via Spadari 9
    Quando: domenica, dalle 10.00 alle 17.00 Perché: non servono presentazioni per l’istituzione della gastronomia milanese di lusso. Attenzione, però, questo non è un brunch come gli altri: qui, oltre al pane biologico appena sfornato e i classici di Peck – come il paté e l’insalata russa – in menù si trovano caviale, uova di quaglia, petto d’oca affumicato e, ça va sans dire, le infinite prelibatezze della pasticceria.
  • The Botanical Club Dove: via Tortona 33 Quando: domenica, dalle 10.00 alle 17.00 Perché: la prima microdistilleria di gin con cocktail bar e ristorante inaugura il brunch con un menù globetrotter che oltre a okonomiyaki, khachapuri e veggie pancake propone un Raw Bar con crudi di pesce – da provare tutti i pokè o il chirashi. Non mancano i dessert in perfetto American style, of course, come il brownie al cioccolato e la cheesecake con maracuja e mango.

Fonte: Vogue